Vivere in salute
Lo staff novità Orari e turni Il laboratorio Certificazione iso La farmacia omeopatia Domande comuni Dove siamo Contatto show room Servizi offerti
Lampe Berger Vital Vera
 
   
 

VIVERE IN SALUTE

STITICHEZZA

La stitichezza o stipsi è un disturbo della defecazione, consiste nella difficoltà di svuotare in tutto o in parte l'intestino espellendone le feci.
Non si avverte lo stimolo spontaneo della defecazione o si è costretti a fare grandi sforzi per defecare o evacuare feci dure a varie riprese in modo incompleto. Molto spesso la stitichezza si accompagna a dolori addominali.
E' utile informare il proprio medico o il farmacista su cosa è per noi la stitichezza e quindi comunicare il numero di evacuazioni settimanali, specificando l'aspetto e la consistenza delle feci. Inoltre, è bene informarli sui problemi associati alla difficoltà di evacuare (sforzo nell'evacuazione, dolore addominale, meteorismo) ed eventuali cure tentate per cercare di risolvere il problema.
Di norma la stitichezza rappresenta un fastidio occasionale, ma può diventare una condizione cronica che perdura per settimane, mesi o persino anni.stitichezza
La stipsi può essere classificata come:

1) primaria o idiopatica (insorge spontaneamente, oppure ha origine da cause sconosciute) e si ritiene che il disturbo sia da ricondurre ad una disfunzione motoria primaria del colon

2) secondaria, quindi, è la conseguenza di una particolare condizione, di una patologia specifica. E' noto, infatti, che svariate condizioni cliniche possono accompagnarsi a stipsi, primi fra tutti i disturbi endocrini, metabolici e neurologici, nonché il tumore al colon. anche alcuni farmaci posso causare stipsi (es. oppiacei, farmaci impiegati nella gestione del morbo di Parkinson e antidepressivi).

Cure possibili

Dieta ed esercizio fisico

La dieta gioca un ruolo di primo piano nella prevenzione della stitichezza.
E' consigliabile mangiare verdure di soia, frutta fresca, pane integrale e cereali.
Mentre è sconsigliato assumere formaggi elaborati, cioccolato, carne, fegato, riso e farina raffinata.

Se le feci fossere dure bisogna immediatamente ridurli. I liquidi sono fondamentali nel mantenere le feci morbide. Bisogna bere almeno 1,5 / 2 litri di liquido al giorno.
E' importantissimo eseguire quotidianamente attività fisica per mantenere un buon tono della muscolatura intestinale.

Lassativi
Quando la dieta e l'esecizio fisico non bastano, il lassativo è la soluzione più comune al problema stitichezza.
I lassativi variano per meccanismo di azione, tempo d'azione, potenziali effetti avversi e precauzioni d'uso.
Ad esempio, i lassativi salini agiscono rapidamente, quindi rappresentano la scelta più indicata per i soggetti che necessita di un rapido sollievo dai sintomi. Mentre i lassativi di volume, entrano in azione lentamente, pertanto, rispondono meglio alle esigenze di coloro nei quali i prodotti stimolanti provocano dolore addominale.
In ogni caso, è opportuno un uso moderato dei lassativi, considerando che in caso di eccesso, possono occorrere anche dalle 4 alle 6 settimane perché la funzione intestinale torni a normalizzarsi.
Infatti, i lassativi, non sono studiati come soluzione a lungo termine, quindi oltre i 15 giorni, e nessuno di essi è classificato come rimedio contro la stipsi cronica.